Piano triennale di prevenzione della corruzione (PTPC) 2021-2023

ANNO 2021-2023 - TESTO MODIFICATO PUBBLICATO IN DATA 12 AGOSTO 2021

PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

La Giunta regionale, con provvedimento n. 3218 in data 11 giugno 2021, ha approvato la modifica del seguente documento recante:

"PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PER LA TRASPARENZA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI
OGNI ORDINE E GRADO DIPENDENTI DALLA REGIONE AUTONOMA VALLE D’AOSTA/VALLÉE D'AOSTE TRIENNIO 2021-2023” DI CUI ALLA DELIBERAZIONE N. 298 IN DATA 22 GIUGNO 2021 (vedi allegati).

 

ANNO 2021

La Giunta regionale, con provvedimento n. 298 del 22 marzo 2021,  ha approvato il seguente documento recante:

"PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PER LA TRASPARENZA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI
OGNI ORDINE E GRADO DIPENDENTI DALLA REGIONE AUTONOMA VALLE D’AOSTA/VALLÉE D'AOSTE TRIENNIO 2021-2023” IN APPLICAZIONE DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALLA L. 190/2012. (vedi allegati).
Con la suddetta deliberazione, inoltre, la Sovraintendente agli Studi della Valle d’Aosta è individuata Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, nell’ambito del Piano in questione. Viene inoltre istituita la rete dei referenti presieduta dallo stesso e costituita dai dirigenti delle istituzioni scolastiche, anche in qualità di Responsabili della trasparenza. I singoli Dirigenti vengono designati quali Referenti del RPCT con attribuzione di una specifica responsabilità informativa nei confronti della Sovraintendente quale Responsabile nonché di monitoraggio riguardo le pubblicazioni nella sezione “Amministrazione Trasparente” della propria Istituzione Scolastica. 

 

ANNO 2016

Si comunica che, con deliberazione della Giunta regionale 1007 del 29 luglio 2016, è stato approvato il Piano triennale di prevenzione della corruzione (PTPC) e che i documenti relativi sono pubblicati sul sito www.scuole.vda.it

Con la suddetta deliberazione, inoltre, il Sovraintendente agli Studi della Valle d’Aosta è individuato in qualità di Responsabile della prevenzione della corruzione, nell’ambito del Piano in questione, ed è istituita la rete dei referenti presieduta dallo stesso e costituita dai dirigenti delle istituzioni scolastiche, anche in qualità di Responsabili della trasparenza.